Crea sito

WritersEditor Official Store

In offerta!

Omni- Il senza volto

17,00 15,90

In un futuro prossimo, la razza umana si trova divisa tra umani comuni e persone munite di poteri di ogni tipo, comunemente e banalmente chiamati “poterici”.
Omni, un vero e proprio mito, è un poterico ritenuto quasi onnipotente in cerca del proprio passato.
Dopo essere stato trovato dal CISP (Centro Internazionale Ricerca Poterici) per essere aiutato, la sua identità viene presto messa in discussione da un’unità terroristica guidata da un poterico
mascherato, calcolatore ed imbattibile al quale verrà dato il nome in codice di “Senza Volto”.

Biografia autore, clicca qui!

Categoria:
Anteprima non editata

CAPITOLO 1
LA CHIAMATA

“Si definisce Infranterico/Poterico un qualsiasi umano aventi capacità che lo contraddistinguono dall’umano comune, tali capacità vengono definite Poteri e possono assumere una qualsiasi forma”

-Definizione ufficiale in vigore dal 9/2/2475.

8/2/2857, ore 11:00. Washington, Palazzo della Corte Suprema.

-Jason Irlyone, lei è stato accusato dell’uccisione di più di tre miliardi di infranterici. Pertanto, lei è stato accusato di genocidio della razza infranterica. La giuria, a decisione unanime, l’ha condannata alla pena capitale-
Fu così che tutto cominciò, o meglio, fu così che per molti tutto finì.
Jason Irlyone non era stato un genio, ma molto di più. Un uomo, da solo, era riuscito in qualcosa di tanto grande da coinvolgere nazioni, stati, etnie, miliardi e miliardi di menti, tutto per giungere all’estinzione della razza poterica.
Il suo scopo non era quello di sbarazzarsi degli elementi nocivi alla società, lui voleva annientarli indipendentemente tutti, uno per uno. Solo dopo trent’anni di terrore, il mondo intero, spinto dagli ideali di eroismo di un personaggio storico noto come la “Hardened”, si rese conto a quali persone aveva concesso carta bianca
-Come si dichiara l’imputato?-
Per una simile persona ci si aspetterebbe un processo lungo, una difesa imponente, un attacco schiacciante, ma non fu così. L’intero pianeta guardava in diretta, trattenendo il respiro, aspettandosi tutt’altro che quella parola -Colpevole…-
L’umanità fece un sobbalzo, tutti sgranarono gli occhi: Irlyone si era appena condannato da solo, senza nemmeno una possibilità per salvarsi, piegando il capo verso il basso.
Il volto di Jason non era nemmeno visibile, restava fermo e pentito, mentre il resto del suo viso si nascondeva dietro una curata capigliatura nera. Intanto, la gente esultava nel vedere colui a cui avevano creduto per ben trent’anni cedere all’accusa
-Jason Irlyone, lei è condannato alla pena di capitale!-
Il verdetto fu inevitabile, il martelletto batté, ma ben altre parole fecero gioire ancora di più gli animi
-Questo giorno non verrà ricordato solo per il giudizio definitivo di un uomo che rimarrà nella storia per i suoi atti, ma verrà ricordato come il giorno in cui la razza poterica può definirsi come tale senza paura! Da questo giorno, tutti coloro che sono stati definiti “ignoti”, potranno mostrarsi al mondo con il nome di “poterici”-
La polizia decise di ribellarsi ai soldati ancora fedeli ad Irlyone ed il mondo mutò in un istante, tanto che i poterici finalmente uscirono dall’oscurità per mostrarsi agli umani.
L’imputato venne ucciso il giorno successivo da un’iniezione letale, la guerra poterica finì ed ogni nazione dichiarò la completa libertà della razza poterica.
Con il succedersi degli anni, l’intera umanità si ripopolò e, dopo trenta, i poterici erano tornati in completa armonia con il resto del mondo. Dopo cinquant’anni, quattro umani su dieci erano poterici e, dopo cento, il mondo si ritrovò con dieci miliardi di individui a popolarlo.
La morte di Irlyone non aveva portato solo la fine della guerra: le nazioni firmarono un contratto sacro, inscindibile, che non avrebbe più portato ad un conflitto simile.
Umani e poterici si ritrovarono nelle stesse case, senza alcuna discriminazione: tutti si consideravano uguali tra loro. Dopo duecento anni dalla morte di Irlyone, l’utopia continuò fino alla creazione di un linguaggio comune in tutto il mondo.
La morte di una indicibile quantità di persone, ovvero la detonazione di tre testate all’idrogeno nel Triangolo delle Bermuda, l’ultimo ordine di Irlyone, divenne un evento commemorativo.
Creature straordinarie presero posto nell’ordinario e l’evoluzione sembrava aver portato non solo una grande tragedia, ma anche una grande pace.
Dopo quasi trecento anni dalla catastrofe storica, Irlyone divenne solo un brutto ricordo, i poterici vennero studiati ancor più a fondo e lo straordinario divenne quotidiano.

Inizio spedizione

Febbraio 2020

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Omni- Il senza volto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.