Crea sito

WritersEditor Official Store

In offerta!

Racconti di condominio

15,00 13,90

Racconti dal registro stilistico che spazia dal drammatico all’umoristico. Semi – autobiografici, rispecchiano in maniera abbastanza precisa la personalità sfaccettata dell’autore che si diverte a catapultare i lettori in contesti e situazioni completamente opposti.

Biografia autore, clicca qui!

 

Anteprima non editata

AAA Affittasi

Drin… drin… drin…
Agenzia Casabella. Vi preghiamo di attendere cortesemente in linea, saremo a vostra disposizione il più presto possibile, grazie. Our lines are momentarily busy, please hold the line, thank you.
Chitammuort, mo pure i sensali si sono evoluti e si danno un tono da grandi imprenditori. E ‘ste musichette per stitici dove diamine le prenderanno? Vabbuò, aspettiamo. Per fortuna che le tariffe oggi sono tutte flat, altrimenti chissà quanto mi sarebbe costata l’attesa. Sono sicuro che si stiano grattando la pancia, ma ti fanno attendere per far vedere che sono super impegnati, e se la gente si rivolge a loro è per la serietà e professionalità. Mi sale un rutto in gola. Lo faccio deflagrare con tranquillità, tanto dall’altro capo non mi sentono.
“Pronto! Agenzia Casabella. Sono Silvia, in cosa posso esserle utile?”
“Ehm…buongiorno. Senta, io mi chiamo Ele Rovacca e sono interessato all’affitto di un appartamento che ho visto sul vostro sito”.
“Di quale si tratta?” chiede la voce di una giovane, suppongo.
“Quello di centoventi metri quadrati, terzo piano con ascensore, ampio ingresso, corridoio, cucina abitabile, salone doppio con due entrate, tre camere da letto, doppi servizi, cantinola, box auto, riscaldamento centralizzato, giardinetto condominiale, zona tranquilla in parco signorile. È ancora disponibile?”
“Sì, è ancora disponibile”.
“Uhm, okay, sono interessato, come le ho detto”.
“In quanti siete?”chiede l’addetta.
“A fare cosa?”
“A dover abitare nell’appartamento”.
“Tre, siamo in tre”.
“Tutti adulti?”
“Molto adulti”.
“L’appartamento è ristrutturato completamente”.
“Perfetto” dico. “È possibile fissare un appuntamento per poterlo vedere?”
“Certo. Le andrebbe bene mercoledì alle 16.30?”
“Vada per mercoledì alle 16.30”.
“Mi fornisca il suo nominativo e un recapito telefonico per eventuali comunicazioni”.
“Ele Rovacca, 333…”
“Allora se non ci sono novità ci vediamo sul posto mercoledì. Conosce la zona, signor Rovacca?”
A menadito. Ci andavo a trombare da ragazzo, penso, ma non lo dico. Invece dico: “Conosco la zona”.
“Allora la saluto” dice Silvia.
“A mercoledì, 16.30 in punto” dico.

Mercoledì.
Sono lì da un quarto d’ora. Silvia non si vede ancora. Accendo una sigaretta e aspetto. Agenzie immobiliari del cavolo, vogliono solo vendere. Quando si tratta di affittare, invece, lo fanno controvoglia. Sanno confezionare spot molto belli, ma quando scarti la confezione nel pacchetto ci trovi poco.
Alle 16.40 arriva una Smart bianca dalla quale esce una trentenne bionda, pienotta, con tutte le cosine a posto. Nello scendere dall’abitacolo si scoprono le cosce e mi accorgo che non porta le mutande. Andiamo bene! Le faccio un cenno, quindi mi avvicino e dico: ”Lei è dell’agenza Casabella?”
“Sì. Piacere, Silvia”.
“Molto lieto. Rovacca. Ele Rovacca”.
“Bene, mi segua” dice la senza mutande.
Vuoi vedere che ci scappa anche la scopata assieme alla visita? penso, ma non lo dico. Invece dico: “La seguo”.
Entriamo nel condominio dove è situato l’appartamento. Prendiamo l’ascensore e saliamo al terzo piano. Il profumo di questa ragazza m’inebria e ho un principio di erezione.
Silvia apre la porta del quadrilocale. L’interno è spazioso e pieno di luce, non come il tugurio dove abito.
“Dunque, cominciamo la visita” mi fa.
“Cominciamo” replico.
“Ingresso spazioso, corridoio, cucina. Come può vedere è bella ampia, abitabile e soleggiata. Ci entra senza difficoltà un tavolo per sei persone almeno. E lì abbiamo l’angolo cottura”.
“Uhm, vedo”.
“Qui, invece, c’è una camera da letto, con punto luce affacciato sul parco condominiale”.
“Uhm”.
“Altra camera da letto. È uguale alla precedente. Anche la terza è così”.
“Uhm”.
“Poi il bagno padronale, con vasca e doccia e punto luce in alto. Di mattina è pieno di sole”.
Bene, vorrà dire che quando dovrò cagare sarò inondato dalla luce ed espleterò i miei bisogni con lietezza, penso, ma non lo dico. Invece dico: “Bene”.
“Altro bagno, un po’ più piccolo, con ripostiglio accanto”.
“Uhm”.
“E questo è il salone doppio, ampio, soleggiato e con due ingressi indipendenti. In ultimo ci sono la cantinola e il box auto. Adesso scendiamo a vederli”.
“Uhm”.
Mentre lei si gira in cerca di qualcosa nella borsa, mi sistemo davanti prima che se ne accorga. Per tutto il tempo ho tenuto le mani in tasca tenendo quest’ultime allargate per non far vedere il bozzo.
“Questa è la cantinola, abbastanza grande, come può notare”.
“Noto”.
“Quello è il box auto doppio”.
“Doppio”.
“Che ne dice, signor Rovacca?”
“Dico che mi piace. La vorrei prendere. Com’è la prassi, adesso?”
“Be’, deve portare la caparra ammontante a una mensilità assieme a questi documenti”.
Mi mostra uno stampato con l’elenco di tutto il dovuto. Lo piego in quattro e lo infilo nel portafogli.
“Sono il primo a visitare l’appartamento?” chiedo.
“No” risponde lei “c’è stata una famiglia prima, devono ancora comunicare la decisione”.
“Uhm, speriamo che non lo prendano” dico, rivolgendole un sorriso untuoso.
Lei non mi caga di striscio e ribatte: “Se non lo prenderanno sarà suo, se il proprietario glielo vorrà dare”. Logica ineccepibile.

Inizio spedizione

Spedizione prevista per Dicembre 2020

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Racconti di condominio”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.