Crea sito

WritersEditor Official Store

Black logo - no background
La WritersEditor fa parte di AICEL - Associazione Italiana Commercio Elettronico, l'unica associazione di categoria per gli operatori del commercio elettronico italiano. Pertanto, lo Shop della WritersEditor è riconosciuto ufficialmente con il certificato SONOSICURO, attribuito solamente agli associati. Un certificato che permette ai merchant di farsi riconoscere come negozi affidabili e sicuri.
In offerta!

All’Ombra di Alagna – L’arrivo del Male

(2 recensioni dei clienti)

14,00

Alagna 1884.
Una congrega di streghe e stregoni, si appresta a celebrare la loro ricorrenza più importante.
Un vampiro di nome Tristan, si rivela per rendere nota una notizia che cambierà per sempre la vita di Cassandra e quella del villaggio, destinato a far fronte a strani avvenimenti, che porteranno ad una verità inaspettata e dolorosa.
Tra incantesimi e magie, Alagna verrà immersa in un mondo, dove le tenebre ne saranno protagoniste.

 

Cassandra Graziosi, nata ad Aanagni il 6 Marzo 1993.
Affascinata da sempre dal mondo della scrittura, inizia a comporre testi fin da bambina, sino ad arrivare alla sua prima pubblicazione nel 2017 con ”Le figlie delle Streghe, ricordi di vita passate”
“All’ Ombra di Alagna – L’arrivo del Male”  è la prima pubblicazione con la casa editrice WritersEditor.

 

2 recensioni per All’Ombra di Alagna – L’arrivo del Male

  1. Light of Astarte

    L’autrice ci presenta il diciannovesimo secolo italiano in uno stile totalmente gotico, ma non ci troviamo nella banalità cinematografica di Stoker, sciatta e triste.
    È palpabile la sensazione di un ambiente studiato, storicamente corretto: l’aria dell’inquisizione ordita dal papato si annida in ogni pagina, fino al culminare nei capitoli centrali.
    Nel racconto ci viene presentata una protagonista atipica: ben lontana dalle bellezze pre-confezionate dei canoni estetici moderni.
    Cassandra (protagonista della trilogia) è una strega del pentacolo ed il suo simbolo è l’acqua; nel corso del libro si notano tante cose di lei: l’empatia ed il sesto senso nel scovare tra gli orfani delle persone con il dono degli elementi.
    La giovane strega ventiseienne è un personaggio autonomo, costruttivo in cerca del proprio equilibrio interiore, ma incapperà nella new entry della storia il misterioso Tristan.
    Ho adorato il mischiarsi di passato e presente, l’autrice analizza un passato ancora più recondito narrato nel 1300, che a distanza di 500 anni ha degli effetti vitali nell’epoca del Congresso di Vienna post-Napoleonico.

    Ci sono tanti punti a favore che vorrei elencare a partire da Lucrezia: si, proprio lei.
    Una strega bella, sensuale e meschina che conosce il fascino della seduzione ed il potere che ne può trarre per estensione su qualsiasi tipo di creatura magica o meno. La mia attenzione si pone però sul fatto che l’autrice non sia uscita dal personaggio, certo Lucrezia è una stronza patentata, quel tipo di compagna di classe che vede ogni donna come nemico ed ogni uomo una conquista; ma questo non fa marcire il suo personaggio.
    Lucrezia non è il personaggio scontato che si redime tutto un tratto per il buonismo che piace tanto ai fantasy teen-drama. Troviamo tante Lucrezia nella nostra vita, semplici e reali con cui a volte ci “scontriamo” (ahimè purtroppo), ma non cambiano dall’oggi al domani.
    L’autrice è riuscita a mantenere una caratterizzazione fissa, non cambiando le personalità dei personaggi a proprio piace. Con “All’Ombra di Alagna” incontriamo personaggi reali, persone che abbiamo attorno.

    Un altro tema d’affrontare molto importante è l’unione del mondo dei vampiri e dei licantropi: per la prima volta gli uomini lupo non sono pulciosi e banali accanto al mondo vampiresco, ma hanno una caratterizzazione interessante e focale.
    Ho adorato i dettagli estetici curati fino all’ultimo dettaglio: in questo caso il tipo di font dell’inizio capitolo (sono davvero pignola in questo, adoro quei pochi libri che regalano all’occhio queste particolarità), ma soprattutto la cosa per cui sono impazzita sono stati i nomi stessi dei capitoli: così oscuri, rivolti alla luna anche in modo sottile con vari epiteti ben pensati .
    Insomma: un lavoro ben escogitato, calcolato e studiato.

    In ultimo e non per importanza, è il tema della reincarnazione, intrecciato con il presente. Mi ha semplicemente sconvolto vedere una realtà alternativa: le ambientazioni e perfino gli abiti così studiati e non per aggiungere noiose pagine in più.
    Questa nuova autrice emergente merita fino in fondo la stima di ogni lettore, soprattutto per le prime pagine così musicali nel descrivere l’ambiente e i personaggi della famiglia Corvo.
    Consiglio tantissimo per gli amanti dell’epoca vittoriana, pronti non espettarsi dei τόποι κοινόι.

    -Astarte

  2. Marianna D’Amico

    Recensione all’ombra di Alagna

    Se dovessi usare un unica parola per descrivere questo libro sarebbe : Gotico!
    Credo che sia la parola perfetta per descrivere l’atmosfera che si respira da queste pagine , intrise di misteri, paura, malvagità e sovrannaturale.
    Ci troviamo in un piccolo paesino di nome Alagna ,in cui il tempo sembra essersi fermato ,rimanendo chiuso nelle sue tradizioni e usanze, mantenendo il suo aspetto antico e medievale, questo piccolo paesino all’apparenza tranquillo nasconde molta oscurità, essa gira indisturbata tra i vicoli bui e i cimiteri ,come un vento inarrestabile diretta verso i suoi abitanti e verso una famiglia in cui alberga la magia e la stregoneria : I Corvo!
    Una famiglia allargata bellissima ,caotica ,ma sempre unita nel bene e nel male , alcuni dei suoi componenti sono streghe e stregoni , capaci di dominare un elemento naturale, come terra ,acqua ,fuoco.
    Loro sono arfani di genitori ,e questo a fatto sì che si unissero ancora di più e si soreggessero a vicenda nei momenti più bui.
    Ad aiutarli ci sono i loro zii Athos ed Ester ,molto premusori e attenti nei loro riguardi ,loro saranno per loro e per noi lettori ,una spalla salda su cui fare affidamento, sempre disponibili e pronti a rischiare la propria vita per proteggerli.
    La minaccia che si avvicinerà pian piano a questa famiglia ,si manifesterà in tanti modi diversi, sempre più vicino e spietato ,facendo presagire loro il peggio , attraverso strani avvenimenti ,come la luna rossa , strani sogni premonitori di morte certa ed imminente, ritrovamenti di cadaveri dissanguati , tutti che sembrano in qualche modo collegati a loro.
    Le cose cominceranno a peggiorare dal arrivo di una famiglia di vampiri ad Alagna , di cui fa parte Tristan.
    Lui è un vampiro secolare e porta dentro di sé un grandissimo dolore che lo sta distruggendo e di cui non riesce a darsi pace, arriva ad Alagna proprio per questo , perchè in quel piccolo paese c’è il motivo del suo malessere , malessere che dovrà affrontare se vuole sanarlo.
    Tristan in qualche modo sembra essere collegato a Cassandra ,una delle sorelle maggiori dei Corvo, e nel loro incontro lei nel vederlo si emoziona ,come se lo conoscesse ,anche se ad uno sguardo razionale lui è uno sconosciuto, eppure dentro di lei qualcosa si risveglia.
    Di questo libro ho amato praticamente tutto
    Il word building è fantastico, ci sentiamo immersi nelle varie ambientazioni e riusciamo a sentire il freddo sulla nostra pelle ,in queste giornate innevate ,descritte così bene, percepiamo la paura nei momenti più critici, percepiamo il calore scoppiettante del camino e percepiamo l’atmosfera familiare che si prova stando insieme ai Corvo.
    Vorrei fare i miei più sentiti complimenti alla nostra scrittrice Cassandra , perchè lei ha fatto una cosa che poche volte riesco a trovare nei libri e che mi ha fatta praticamente innamorare di tutti e di tutto, ha reso protagonisti tutti i nostri personaggi, dedicando del tempo ad agnuno di loro, ce li ha fatti conoscere ,attraverso i loro caratteri (tutti ben caratterizzati, diversi ed unici) ,le loro storie, il loro passato, ognuno di loro porta dentro di sei dei demoni del passato che chi più chi meno durante la storia riuscirà ad affrontare , diventando migliori e più maturi.
    Io credo che in questo libro siano tutti importanti, arricchendo la trama di tanti dettagli, emozioni e sentimenti.
    Ho apprezzato più di tutti ,la crescita che ha avuto Brian, non posso e non voglio dirvi più di così ,in modo che possiate apprezzare anche voi il suo cambiamento graduale, molto umano e profondo, che lo ha portato a migliorarsi e maturare.
    La trama ha un ritmo molto incalzante ,abbiamo situazioni molto forti ,frenetici e ricchi d’azione (che costruiscono il lato Gotico e fantasy. ) intervallati da dei momenti di rilassamento ,in cui poter fare il punto della situazione e pensare al prossimo passo da fare ,con l’aiuto e la vicinanza di tutta la famiglia (che costituiscono il lato sentimentale e pieno di emozioni contenute in questo libro).
    Il libro scorre benissimo,mi sono ritrovata a leggere 80/70 pagine d’un fiato ,senza fare il minimo sforzo e riuscendo a capire tutto nell’immediato.
    Questo libro contiene tanti messaggi bellissimi , come l’amore (in tutte le sue declinazioni, l’amore per la famiglia,l’amore per il partner ,l’amore per i figli, l’amore per la propria vita, l’amore per la natura.), la fratellanza, la fiducia, l’appoggio che solo la famiglia riesce realmente a darti nei momenti peggiori, una spalla su cui contare salda e forte ,tanti ,tanti sentimenti, ed io mi sono ritrovata molto spesso emozionata e a trattenere le lacrime.
    Mi sono emozionata in un particolare momento del libro ,in cui attraverso un rituale molto affascinante , si è tornati a ripercorrere un passato avvenuto secoli e secoli prima, tornando a rivivere sulla propria pelle le ingiustizie accadute, e tutto il male subito , quel passato struggente che vedere e vivere in quelle scene, per me è stato come un colpo al cuore, mi sono sentita male con loro, mi sono sentita sbagliata con loro, e mi sono sentita rassegnata con loro.
    Un altra menzione speciale è per il “cattivo” della situazione, che mi ha spiazzata, non vedevo un cattivo così da tanto ,e posso dirvi che ho provato ribrezzo per quell’ essere ,schifo e sdegno.
    Non so Cassandra come sia riuscita a creare un personaggio così crudele e malvagio ,ma ha fatto centro!!!
    Non voglio rivelarvi chi sia, perchè è stato bellissimo scoprirlo, appunto perché rimane un mistero fino alla fine e voglio che lo rimanga anche per voi.
    Dopo tutto questo, non posso altro che consigliarvi questo libro , che io ho trovato perfetto, mi è entrato nel cuore e non riesco a trovargli neanche un difetto.
    Date una possibilità a questo libro e amatelo come ho fatto io.
    Mi sento di dare 5 stelle su 5
    Anche se per me vale ,molto ,molto di più.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 − due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.