Crea sito

WritersEditor Official Store

Doctor Sleep non è Shining

Nel primo episodio vi avevo anticipato l’uscita al cinema del film Doctor Sleep, sequel del famosissimo Shining, entrambi trasposizioni dei romanzi di Stephen King.

Shining

Shining è uno di quei film che ha fatto la storia del cinema, se ne parla ancora e se ne parlerà sempre. Per Mike Flanagan sicuramente non è stato facile realizzare Doctor Sleep e cercare di essere all’altezza di Kubrick, anche se questo non è stato mai il suo intento.

Il film sembra invece ben riuscito. Più che un horror lo categorizzerei come un thriller psicologico. Ha la capacità di tenere incollato lo spettatore allo schermo per tutta la durata del film, che non è nemmeno poca perché parliamo di ben 152 minuti.

Ci sono poche scene veramente horror, ma tutta l’atmosfera è molto cupa, suscita una sensazione di inquietudine soprattutto per alcune scene molto violente.

Doctor Sleep

Come avevo già scritto, nel film ritroviamo Danny ormai adulto, che cerca di superare, sicuramente non nel giusto modo, il suo passato traumatico.

Incontra Abra, una ragazzina, che gli confida di avere anche lei dei poteri.

Insieme dovranno combattere contro Rose Cilindro, la quale ha creato una sorta di setta che si nutre della luccicanza dei bambini per avere l’immortalità.

Abra va da Danny per farsi aiutare
Rebecca Ferguson è Rose Cilindro

Le aspettative sono state tante e non si può non prendere in considerazione Shining e fare paragoni. Ma a mio parere, Doctor Sleep funziona.

La fotografia è ottima, le ambientazioni sono riprodotte perfettamente. La recitazione è solida e ricalca appieno quella del personaggio.

Il film scorre lineare, a tratti un po’ lento ma rimane sempre molto coerente con quello che doveva essere un sequel.

Sono presenti degli effetti speciali, come la scena di Rose in volo in cerca di Abra, quando sotto di lei si può ammirare l’intero suolo americano. ma non se ne fa un grande abuso.

Doctor Sleep a differenza di Shining è più fedele al romanzo sia nei dialoghi che nelle scene.

Ricordiamo che Kubrick ha apportato modifiche al finale ed ha introdotto le “famose” gemelle che in realtà nel romanzo non sono presenti.

Flanagan invece sembra quasi che non abbia voluto sperimentare troppo e prendere l’iniziativa ma ha preferito andare sul sicuro, seguendo il romanzo.

Non bisogna quindi guardare il film paragonandolo a Shining ma come film a se stante, in questo modo si potrà apprezzare veramente il significato del film stesso che non è tanto legato alla storia e allo scontro con Rose, ma vengono affrontate tematiche più importanti e profonde quali, l’alcolismo, il disturbo post traumatico, il rapporto padre-figlio e il superamento delle proprie paure.

Tutto ciò lo rende un film adatto ad un ampio pubblico che comprende ragazzi ed adulti.

Nel finale potrete ritornare nel passato con un piccolo omaggio a Shining. Il ritorno dell’Overlook Hotel che in Shining era ormai distrutto, mentre qui è stato ricostruito.

La ricostruzione è suggestiva, così come rivedere i suoi ambienti tipici: i corridoi, il locale caldaie, la dispensa, le cucine, la grande hall, la 237 e le stanze dei custodi.

Sicuramente questo è stato molto apprezzato dai fan ed è stato un punto a favore per Flanagan.

Overlook Hotel

Mentre scrivo questo articolo apprendo che purtroppo il film è stato un flop.

Ci aspettava di incassare almeno 25 milioni di dollari mentre invece se ne sono ottenuti solo 14.

Nonostante questo King ha difeso Doctor Sleep scrivendo sul suo Twitter che in realtà il film è fantastico e che bisogna vederlo e che bisogna concentrarsi sulla qualità del film piuttosto che sui numeri.

Oltretutto era già previsto un sequel che, a questo punto, non crediamo che si farà.

A questo punto non resta che seguire il consiglio del Grande Maestro di andare al cinema a vedere il film in modo da poter dare ognuno la propria opinione.

Pamela Segnalini